Utilizzando i video online puoi creare fiducia e affermare la tua autorevolezza. Hai la possibilità di connetterti e interagire con i tuoi clienti con maggiore facilità e immediatezza rispetto ai contenuti scritti.

L’uso dei social media è fondamentale per promuovere la propria attività. In particolare YouTube è diventato uno strumento essenziale di marketing. Ecco perché devi conoscere la potenza mediatica di un video su youtube.

Il video, infatti, è una forma di contenuto con le migliori prestazioni in termini di coinvolgimento. È un ottimo modo per mostrare i propri prodotto o servizi, per sottolinearne i benefici, per migliorare la propria immagine e generare maggiori contatti.

YouTube è il secondo sito web più visitato al mondo ma anche il secondo motore di ricerca più popolare dopo Google. Quindi la piattaforma ha un enorme potenziale di copertura per la tua azienda.

YouTube in Italia

Dai dati del Consumer Barometer di Google emerge come il consumo di video sia un’attività largamente diffusa tra gli utenti italiani che navigano in rete.

Sviluppa la tua strategia di YouTube Marketing

Prima di tutto è necessario determinare qual è la strategia di video marketing, ponendosi alcune domande che sono alla base di qualunque strategia di marketing.

  • Qual è lo scopo dei video che si intende pubblicare? Quali obiettivi si prefigge l’azienda? Queste domande permettono di capire se questa scelta ha senso. Infatti un media deve essere scelto se aiuta l’azienda a raggiungere i più ampi obiettivi di marketing. Non è detto che YouTube sia adatto proprio a tutti.
  • Chi è il cliente e cosa vuole? Quale pubblico si desidera raggiungere? Quali sono i suoi bisogni? Solo rispondendo a queste domande si individuano i desideri dei clienti e si può comunicare in modo efficace e persuasivo con i video.
  • Qual è il messaggio dell’azienda? I video che verranno pubblicati su YouTube devono comunicare un messaggio coerente con quello veicolato su altri media.
  • “Come misurare i risultati raggiunti dai video pubblicati su YouTube?” Ti viene in aiuto YouTube Analytics che fornisce una serie di dati e metriche che permettono di monitorare le prestazioni del canale e dei video.
La potenza mediatica di un video su youtube - 1

Sette modi per promuoverti su YouTube

Ecco alcuni modi con cui puoi usare il canale YouTube per promuovere la tua azienda.

  1. Mostrare le principali funzionalità dei tuoi prodotti. Puoi mostrare ai clienti perché i tuoi prodotti sono affidabili, di alta qualità, sicuri, ecc, caricando diversi video che li presentino da varie angolazioni o punti di vista, in modo che i vantaggi astratti si trasformino in soluzioni reali nella mente dei clienti. Per ottenere il miglior risultato è preferibile che tu ti rivolga ad un professionista ma se preferisci fare il tutto internamente, puoi utilizzare una fotocamera di qualità, un cavalletto o un treppiedi per mantenere la fotocamera ferma e stabile e scrivere in anticipo la sceneggiatura del video, pianificando i vari passaggi. Mantieni la lunghezza dei video sotto i tre minuti. 
  2. Connettere la struttura con i clienti e costruire un rapporto di fiducia. I clienti vogliono acquistare da persone che conoscono e di cui si fidano. Puoi pubblicare dei video per presentare l’azienda ai tuoi clienti. Pubblica video informativi, che contengono consigli e suggerimenti, materiale che dimostri la competenza e che la renda credibile alla clientela. Anche in questo caso i video dovrebbero essere brevi: non più di due minuti.  Evita le autocelebrazioni. Se nessuno vuole parlare di fronte alla fotocamera, si può utilizzare una presentazione in PowerPoint.
  3. Presentare le testimonianze dei clienti. Trasferire la testimonianza dei clienti soddisfatti è una strategie vincente dato che i clienti di identificano con altri clienti. Puoi chiedere loro il permesso di fare dei brevi filmati mentre parlano della loro esperienza. È sufficiente registrare le loro impressioni, semplicemente con uno smartphone. Questi video saranno autentici e credibili.
  4. Realizzare dei video “how to” (come fare a…) sui prodotti o su argomenti di interesse per i tuoi clienti. Per esempio puoi mostrare come fare correttamente la manutenzione e la pulizia dei serramenti, oppure dare indicazioni e consigli su come arredare la casa, ecc. Se il destinatario dei video è il rivenditore specializzato, puoi dare suggerimenti su come allestire il punto vendita, su come vendere il prodotto, ecc. La durata di questi video informativi non deve superare i 6 minuti.
  5. Pubblicare video interviste a esperti del settore. È un modo per presentare l’azienda come una fonte autorevole nel settore. Gli argomenti devono essere di interesse per il pubblico e rispondere a una loro necessità. Questi esperti inoltre avranno un loro seguito, quindi, se promuovono il video, contribuiranno a indirizzare traffico vero il canale YouTube dell’azienda.
  6. Realizzare dei video che mostrino il “dietro le quinte” dell’azienda. YouTube è anche una piattaforma di condivisione e un social network. Attraverso i video puoi creare un rapporto diretto con il pubblico, umanizzare l’azienda dimostrando che è più di un semplice prodotto o servizio.
  7. Dirette video in streaming di eventi. Se organizzi eventi dal vivo puoi programmare dirette video su YouTube. Puoi organizzare webinar (seminario online) rispondendo in tempo reale alle domande dei clienti, oppure interviste o interventi in diretta da eventi fieristici, ecc. Eccetto il webinar (che può avere una durata dai 30 ai 60 minuti) per gli altri video il consiglio è di non superare i 10 minuti.
La potenza mediatica di un video su youtube - 2

Consigli per un canale YouTube di successo

Affinché la strategia di marketing su YouTube sia efficace, è necessario:

  • realizzare video di qualità. Se non sei in possesso delle competenze necessarie affidati a un professionista. Un video deve essere
    ben curato sia dal punto di vista del contenuto, sia dal punto di vista tecnico e può essere necessaria un’attività di editing (montaggio).
  • che l’impegno sia sostenibile. Scegli un format preciso ed equilibrato per tutti i video e monitora i risultati.
  • un piano editoriale programmando i video in anticipo per assicurare di pubblicare regolarmente nuovi contenuti. Scegli una frequenza con cui puoi realmente impegnarti a pubblicare nuovi contenuti.
  • ottimizzare il canale e i video che pubblichi per aumentare la possibilità di essere individuati da un pubblico mirato. Utilizza le tag giuste (parole chiave descrittive da inserire in un’apposita sezione) per essere certo che YouTube sappia di cosa tratta il tuo canale. Cerca le parole chiave strategiche che usano i potenziali clienti e inserirle nei titoli e nelle descrizioni dei video.
  • aggiungere le call to action e relativi link. Invita gli utenti a iscriversi al canale, entrare in contatto con l’azienda attraverso altre piattaforme, visitando il sito, fornendo i link per farlo. Se alcuni Url sono particolarmente lunghi accorciali con il servizio bitly.com.
  • che l’immagine di miniatura dei video sia pertinente, accattivante e convincente, infatti sarà visibile ogni volta che il video corrispondente viene indicizzato.
  • sfruttare le playlist in modo da organizzare i video in base agli argomenti scelti. Puoi impostare l’ordine di riproduzione e il nome dell’argomento, facilitando la ricerca agli utenti. Si può anche fare in modo che la riproduzione automatica si sposti nella playlist invece di fare riferimento ai contenuti correlati.
  • avere il tempo di interagire con gli iscritti e con chi lascia un commento, cercare di aumentare il coinvolgimento con ogni video.
  • utilizzare le annotation (annotazioni): sono testi in sovraimpressione su cui è possibile cliccare. Sono utili sia per mantenere alta l’attenzione del pubblico, sia per comunicare all’utente delle azioni da compiere.
  • impiegare in modo strategico le YouTube Card. Sono schede interattive che offrono la possibilità di linkare un sito, un canale, un video o una playlist durante la riproduzione. Durante l’inserimento vengono richiesti minuto e secondo in cui deve apparire la scheda, ma saranno sempre visualizzabili dall’utente. Si possono inserire fino a cinque schede, ma non c’è l’obbligo a inserirle tutte, e non vanno inserite vicine l’una all’altra, è preferibile far apparire la scheda contestualmente al contenuto che viene trattato nel video in quel momento.
  • promuovere i video: creare un post e incorporare il video sul blog, pubblicizzare i video attraverso la newsletter elettronica, attraverso post sugli altri social network e comunicati stampa.

Per altri suggerimenti e approfondire l’argomento ti consiglio di:

7 errori da evitare nella pubblicità
Scarica gratuitamente la risorsa

Vuoi capire cosa dovresti fare? Sono a tua disposizione per scambiare due parole sul tuo caso… senza impegno!

    NOME*
    COGNOME*
    EMAIL*
    TELEFONO*

    Sono un professionistaSono un'aziendaAltro

    COME POSSO AIUTARTI?

    Anticipa la tua richiesta